Fosdinovo, la porta della Lunigiana

Fosdinovo, la porta della Lunigiana

Fosdinovo è un piccolo villaggio nel nord della Toscana, 70 chilometri a nord di Pisa, a 20 chilometri da Carrara e dalle sue famose cave di marmo. È da sempre considerata la porta della storica Lunigiana. Pochi giorni fa ero lì per una visita al villaggio e al suo castello, costruito dall’antica famiglia feudale dei Malaspina durante il medioevo.

 

Fosdinovo è fuori dagli itinerari comuni della Toscana e per questo ne consiglia una visita il travel blogger Inguaribile Viaggiatore. Il paesaggio è diverso dalle dolci colline della parte meridionale della Toscana. Siamo vicini agli Appennini e alle Alpi Apuane, quindi le colline sono ripide e durante l’inverno potrebbe nevicare. È circondato dalla natura, vicino al mare e facilmente raggiungibile, quindi ha tutte le caratteristiche che cerchi. Ti consiglio davvero di visitare Fosdinovo e la Lunigiana, rimarrai sorpreso dalla sua bellezza e non te ne pentirai.

 

Dalla cima della collina di Fosdinovo, la vista a 360 gradi è mozzafiato. Guarda giù nella Val di Magra e Luni Plains con l’estuario del fiume Magra. Oppure guarda la costa del Mar Ligure con Portovenere. Nelle giornate limpide, puoi vedere la linea del mare con l’isola d’Elba e la Corsica.

 

Anche la vista delle montagne è spettacolare. La leggenda dice che queste montagne ispirarono il famoso Dante Alighieri mentre scriveva L’inferno della Divina Commedia.

 

Cose da vedere a Fosdinovo

Cammina lungo le stradine del centro e fermati in Piazza Garibaldi per ammirare il bellissimo paesaggio.

  • Chiesa di San Remigio: costruita probabilmente nel XIII secolo per ordine dei Vescovi di Luni. Oggi ha uno stile barocco con un’unica navata, un presbiterio e un coro. All’interno della chiesa si trova anche la tomba marmorea di Galeotto Malaspina.
  • L’Oratorio della Compagnia dei Bianchi, costruito nel XVI secolo sulle rovine del vecchio edificio, prende il nome da un’antica congregazione religiosa. Nel 1666 Pasquale Malaspina donò la facciata in marmo bianco alla congregazione. Ha uno stile barocco e contiene altari fatti di marmo policromo e una statua lignea della Vergine Maria del XV secolo.
  • L’Oratorio dei Rossi è un tempio cristiano in stile barocco, costruito nel 1605. Prende il nome dal colore rosso degli abiti della Confraternita.
  • Il castello di Malaspina è l’attrazione più conosciuta della città. Ogni giorno durante la stagione estiva (escluso il martedì) è possibile effettuare una visita guidata del castello. La Lunigiana conta più di 100 castelli, ma quello di Fosdinovo è il più grande, affascinante e importante. Non puoi perdere una visita.
  • Villa Malaspina (ora di proprietà della famiglia Zuccarino) a Caniparola e il suo bellissimo parco con giardini all’italiana.
  • Rovine del Castrum di Ponzanello. Era uno degli insediamenti più importanti che controllavano l’accesso dall’entroterra alla costa tirrenica settentrionale. Il sito è abbandonato ma facile da visitare.

 

 

 

Fosdinovo, natura e specialità alimentari

  • Fosdinovo è anche una base per gli amanti delle escursioni e del ciclismo. Ci sono numerosi percorsi da percorrere e per esplorare la vegetazione dei dintorni.
  • Il tratto toscano della storica Via Francigena, percorso da migliaia di pellegrini nel corso dei secoli, inizia in Lunigiana e attraversa Fosdinovo.
  • Tra tutti i prodotti locali, di altissima qualità e prestigio, trovi Testaroli, Sgabei, farina di castagne, il miglior miele d’Italia con certificazione DOP (Denominazione di Origine Protetta), marmellata e confetture, funghi porcini e un pregiato vino Vermentino del Colli di Luni.

 

Forse non sapevi che:

  • Nel 2014 Fosdinovo è stato premiato con la prestigiosa “Bandiera Arancione”, Bandiera Arancione. Questa è una ricompensa del Touring Club Italiano per lo sviluppo e la qualità della sua offerta turistica.
  • Fosdinovo è anche considerato uno dei migliori villaggi in cui vivere in Italia.
  • Ogni quarto fine settimana di luglio, il festival di Testaroli si svolge a Fosdinovo.
  • A luglio c’è anche la festa medievale. Per due giorni vivrai l’atmosfera dell’epoca medievale con artisti di strada, esibizione in costume, musica e cibo tradizionale.

 

Lascia un commento