Garfagnana, cosa vedere

Garfagnana, cosa vedere

La Garfagnana, che si trova in Toscana, è uno dei posti più suggestivi che potremmo mai visitare. Un luogo che racconta l’essenza della Toscana, tra borghi medievali, antichi castelli e verdi vallate in cui perdersi e ammirare le meraviglie della natura. Dalla Garfagnana alla Lunigiana, un itinerario alla scoperta dei luoghi più incantati presenti in Toscana.

Ponte della Maddalena

È impossibile parlare della Garfagnana e non citare il Borgo Mozzano, dove si trova il Ponte della Maddalena.

Questa struttura è nota con il termine di “Ponte del Diavolo” e attraversa il fiume Serchio. Nel passato, il Ponte della Maddalena era un punto di attraversamento dalla Via Francigena fino a Roma per coloro che facevano pellegrinaggio. Edificato al finire dell’anno 1000, il ponte è adornato da un arco alto ben 18 metri di altezza sul livello del fiume.

Grotta del Vento e Barga

Facendo una sosta alla Grotta del Vento, che si trova proprio accanto al Fiume Serchio, racchiusa nelle colline, è un luogo che è stato scoperto negli ultimi tempi. Non potrete esplorarlo da soli, in quanto avrete bisogno di una guida: tuttavia, ne vale davvero la pena. Tra tunnel e grotte, si potranno ammirare le stalattiti e le stalagmiti, fino ai piccoli corsi di fiume.

A Barga, che è considerato uno dei borghi più belli d’Italia, troverete una parte storica e una parte di costruzione più recente, tra cui numerose ville liberty costruire verso la fine del 1800. La parte più antica risiede nella zona più alta della città; vi arriveremo mediante le strade lastricate di pietra, soffermandoci ad apprezzare la bellezza di un borgo che ha anni di storia alle spalle.

Parco dell’Orecchiella

Per chi ama le riserve naturalistiche, questa è l’occasione di entrare in contatto con la natura più profonda. Il verde della Garfagnana, dopotutto, è noto ai più: la natura qui è trattata con amore, con profondo rispetto.

Oltretutto, avrete la possibilità di fare più esperienze, poiché gli itinerari sono stati pensati su più difficoltà, dal livello più facile a salire. La flora e la fauna del luogo sono indubbiamente magnifici: entrerete in contatto con molti animali selvatici, come le aquile, i falchi e anche qualche cinghiale. Molti definiscono il Parco dell’Orecchiella una sorta di paradiso terrestre da preservare e rispettare. Ed è davvero così. Una sosta obbligata!

Castelnuovo della Garfagnana

Da non perdere è anche l’affascinante borgo di Castlenuovo della Garfagnana. La cosiddetta città inespugnabile grazie alla sua costruzione principale, la Rocca Ariotesca, colpisce per la sua maestosità ma anche per la presenza di opere d’arte di una bellezza invidiabile. E magari percorrere il rinomato Sentiero di Ariosto, noto anche come la Passeggiata degli Innamorati, che porta a una vista senza fiato del panorama che circonda la Rocca.

Monte Forato

C’è anche spazio per chi è alla ricerca di una bella escursione in montagna. In quel caso, è possibile contare sul Monte Forato. Il nome è dovuto all’arco che unisce due cime delle Alpi Apuane, visibile sia dalla Versilia che dalla Garfagnana. La leggenda sostiene invece che il foro sia il risultato di uno scontro tra il Diavolo e San Pellegrino. Un percorso non adatto a tutti, e consigliato probabilmente a utenti più esperti, ma che porta fin sopra le due cime, attraversando un particolare ponte del diametro di 12 metri e uno spessore di 8.

Cosa mangiare in Garfagnana

Vi abbiamo mostrato cosa vedere e non potevamo non dedicare un piccolo paragrafo alle meraviglie culinarie della Garfagnana. Per esempio, abbiamo la minestra di farro, con il farro IGP della Garfagnana, un tripudio di sapori e di gusto. Provate anche la polenta di Formenton Otto File, soprattutto da accompagnare con i sughi di selvaggina e con i funghi. Infine, vi consigliamo di provare le “frittelle e cacio”, un altro grande classico per ristorarvi lungo le soste nei borghi!

 

 

 

 

 

I mi

Lascia un commento