Lago Paduli, un’oasi in Lunigiana

Chi non ha mai desiderato di avere la possibilità di rilassarsi in un’oasi di relax, magari nei pressi di un lago, dove sia possibile fare il bagno? 

Per nostra fortuna, l’Italia è un paese che offre molta varietà nei suoi paesaggi; dalle spiagge alle morbide colline, dalle vette imbiancate alle frastagliate coste: in Italia sembra non mancare proprio nulla! Anzi, a questi paesaggi da sogno si aggiungono anche splendide città, divise tra tradizione e modernità, e deliziosi laghi, uno tra i più belli è il lago paduli toscana.

Il Lago Paduli: una location perfetta per la pesca

Il lago paduli sorge sull’Appennino Tosco- Emiliano, ad una quota di 1157 mt sul livello del mare. Il lago è di natura artificiale: si è formato in seguito alla realizzazione di una diga, avvenuta nel 1911, per la produzione di energia elettrica. 

Il lago, dalla forma allungata, si snoda in direzione nord-sud per 1,5 km ed ha una larghezza di 340 mt. La sua profondità media è di 7 metri, anche se in alcuni punti la profondità raggiunge i 18 metri. Queste caratteristiche fanno del lago paduli una location perfetta per coloro che vogliono allontanarsi dal ritmo frenetico della vita cittadina e dedicarsi alla pesca

Coloro che sono interessati a pescare in questo lago devono essere obbligatoriamente muniti del tesserino giornaliero o stagionale, che li abiliti alla pesca e che viene consegnato previo pagamento; ad eccezione del caso in cui il pescatore sia al di sotto dei 12 anni di età: allora, il tesserino è gratuito, ma occorre ugualmente possederlo. 

Campeggi immersi nella natura sul Lago Paduli 

Per chi volesse immergersi nella natura incontaminata, il lago paduli può rappresentare una più che valida alternativa. Infatti, nei suoi pressi è possibile passeggiare tra gli alberi, attraversare i prati dove si possono incontrare mandrie di cavalli al pascolo, circondati da montagne e da innumerevoli varietà di verde. 

Il periodo maggiormente consigliato per visitare il lago paduli e i suoi dintorni è quello primaverile. In questa stagione, infatti, si assiste allo spettacolo della fioritura, che arriva a cingere le rive del lago; tuttavia, non è da escludere nemmeno la possibilità di recarvisi in autunno, quando i colori degli alberi e degli arbusti danno il meglio di sé. 

Nei dintorni del lago, sorgono alcune attrazioni caratteristiche che meritano di certo una visita, in particolare Comano e la Pieve di Crespiano. Per visitarle al meglio, si può scegliere di alloggiare in un campeggio nei pressi del lago. Magari, un campeggio lagastrello, da cui godere anche della bellezza offerta dal Passo del Lagastrello, il passo appenninico che separa la Toscana dall’Emilia Romagna con i suoi 1200 mt di altitudine e che è possibile attraversare anche in sella ad una moto. Anche se il suo attraversamento non è dei più agevoli: la montagna che sovrasta il passo si chiama monte Malpasso, ad indicare un accesso difficile. 

Dal Passo del Lagastrello, inoltre, si può arrivare ad una stazione sciistica, a Prato Spilla, dove divertirsi sulla neve.

Lascia un commento