Podenzana: come raggiungerla e cosa visitare

Podenzana: come raggiungerla e cosa visitare

Siete mai stati a Podenzana? Un piccolo comune, ma ricco di storia. Podenzana è un piccolo comune di poco più di duemila abitanti rientrante nella provincia di Massa Carrara in Toscana.

La sua particolarità è quella di essere un comune sparso: il suo comune si divide in due centri principali, quali Podenzana, che ne è capoluogo, e Montedivalli, exclave del territorio di Podenzana. Infatti, i due centri sono separati tra loro dal territorio dei comuni di Bolano e di Tresana.

Podenzana cosa vedere

Pur essendo un piccolo comune, Podenzana è un luogo che racchiude tanta storia, tutta da scoprire.

Ecco un elenco dei luoghi assolutamente da non perdere, consigliati da Fabio Petrella di Elite Cars.

Santuario Madonna della Neve

Il santuario della Madonna della Neve al Gaggio è un edificio sacro, situato nella località Il Gaggio a Podenzana.

L’edificio venne costruito verso la fine del ‘600 e nel 1702 era già in rovina, ma grazie all’afflusso costante di pellegrini dalla Lunigiana, se ne è registrata resto una ripresa.

Particolare è la leggenda che ruota intorno alla sua edificazione: si racconta, infatti, che un boscaiolo eretico, nel colpire un castagno, sentì la voce della Madonna, che apparve sul castagno ferita dicendogli “perché mi fai male?”. Fu proprio nel luogo dell’apparizione che vennero eretti l’altare e il santuario.

Secoli dopo, nel 1900, su richiesta del vescovo, fu aperta una breccia nel muro dell’altare, dove fu rinvenuto il frammento del castagno.

Oggi, questo frammento è visibile dietro l’altare, protetto da una teca di vetro, dinanzi alla quale i pellegrini si riuniscono il 5 agosto di ogni anno.

Pieve di Sant’Andrea a Montedivalli

La Pieve di Sant’Andrea a Montedivalli si trova sulla cima di una collina e, già in età medievale, si ergeva su un bivio tra la via Aurelia e la strada dei feudi malaspiniani.

Sulla facciata sinistra, si può ammirare una piccola statua murata, la cui iconografia è riconducibile a Venanzio, vescovo di Luni, nominato tale da papa Gregorio Magno, per evangelizzare la Lunigiana e ostacolare l’avanzata longobarda.

Dopo essere stata chiusa per ben dieci anni, l’11 dicembre del 2011 la pieve ha riaperto, in seguito ai restauri.

Questa struttura è costituita da tre navate concluse da altrettante absidi, della quali la piccola abside della navata di destra non è visibile da fuori, perché inglobata nella costruzione del campanile.

La pianta dell’edificio è irregolare, con sei colonne di diversa altezza e diversi capitelli, che sono elementi di reimpiego

Il Castello di Podenzana

Il castello di Podenzana sorge non lontano dal santuario della Madonna della Neve, del tutto ricostruito in cemento armato negli anni ’50.

Attualmente, il castello è di proprietà privata e non è aperto al pubblico.

Museo Il Mugnaio

Quello de Il Mugnaio è un piccolo museo privato che si trova nella frazione di Serralta, in ricordo di coloro che lavoravano come mugnai.

In tale museo, sono raccolti tanti utensili da lavoro dei contadini, vi è una collezione di vecchie serrature, utensili da cucina in rame, un lampadario in ferro battuto con sei porta torce, un antico orologio a pendolo e una collezione di mates, ossia i recipienti per bere l’infusione argenti, detta Mate.

Insomma, un luogo che permette davvero di fare un tuffo nel passato!

Altri luoghi di interesse

A fornire ulteriori motivi di visita del piccolo comune di cui si parla, vi sono anche l’oratorio di Metti, la Torre Malaspiniana al Prato, la chiesa di San Giacomo e San Cristoforo, la chiesa di San Rocco e la Necropoli di Genicciola ai margini del Parco del Gaggio.

Inoltre, da non dimenticare è la Sagra del Panigaccio, che si tiene la prima settimana di agosto in località il Gaggio e in concomitanza con il pellegrinaggio dei fedeli al Santuario Madonna della Neve il 5 agosto e che non potete assolutamente perdere!

I panigacci podenzani, infatti, sono le tipiche focacce non lievitate fatte con acqua, farina e sale, nate a Podenzana e diffusesi in Lunigiana e nella Riviera Ligure di Levante.

Ci sono panigacci di tutti i gusti, serviti con sformati di formaggi, affettati o bolliti con il pesto, salse di funghi o solo con un filo d’olio.

Come arrivare a Podenzana

In auto, Podenzana è facilmente raggiungibile sia da nord che da sud.

Da nord, si imbocca l’autostrada del Sole A1, seguendo la direzione La Spezia-Parma Ovest e si prosegue sull’autostrada della Cisa A15, uscendo ad Aulla. Attraversata Aulla, si continua sulla SP14 e si segue la direzione per Podenzana.

Da sud, si imbocca l’autostrada del Sole A1 in direzione Firenze, si prosegue verso Livorno, continuando sull’autostrada A11. A Viareggio, si procede in direzione Genova e si continua sull’autostrada A12 verso Parma e poi sull’autostrada della Cisa A15, uscendo ad Aulla. Attraversata Aulla, si continua sulla SP14 fino a Podenzana.

In aereo, invece, potete scegliere di atterrare all’aeroporto di Pisa, che dista 85 km, a quello di Genova, a 120 km, o, infine, all’aeroporto di Firenze, a 150 km di distanza.

Se scegliete di raggiungere Podenzana in treno, invece, la stazione ferroviaria più vicina è quella di Aulla Lunigiana, dalla quale prendere poi il bus extraurbano per il paesino.

Lascia un commento