Sarzana, Cosa vedere e fare

Sarzana, Cosa vedere e fare

La città di Sarzana si pone al confine tra Liguria e Toscana, tra le province di La Spezia (della quale fa parte) a nord e quella di Massa-Carrara a Sud. La sua posizione, a pochi chilometri dalle acque dal Mar Ligure, è fortemente strategica per tutto il traffico di passaggio dal litorale tirrenico in direzione di Genova e più in là verso la Costa Azzurra, e viceversa.

La posizione privilegiata come punto di snodo all’interno della rete di collegamenti stradali e ferroviari della costa nord occidentale italiana rende Sarzana un crocevia anche per molti turisti, che scelgono di fare tappa nella città per spezzare o in altri casi allungare il loro soggiorno presso mete più popolari come la Versilia e soprattutto le Cinque Terre, visto che entrambe queste destinazioni si trovano a meno di un’ora di viaggio in auto.

Pensare a Sarzana soltanto come a una tappa comoda per una sosta strategica sarebbe sbagliato, perché la città possiede una storia molto ricca (in tempi antichi territorio della colonia romana di Luni,) e offre numerose attrattive turistiche. Vediamo allora quali sono i principali luoghi da visitare.

La Fortezza di Firmafede

Il piccolo ma grazioso centro storico di Sarzana, mantiene ancora oggi un’impostazione medievale, testimoniata dalla cittadella, ossia la Fortezza di Firmafede, che venne realizzata, assieme alla cinta muraria, nel corso del XIII secolo grazie al contributo dell’allora alleata e potente Repubblica Marinara di Pisa. Decenni dopo le mura non ressero però all’assedio dei fiorentini che, nel 1487, guidati da Lorenzo de’ Medici vinsero la famosa “Guerra di Serrezzana” e si impadronirono della città, ricostruendo la fortezza. Ancora perfettamente conservata, la Cittadella è il simbolo della storia della città, tant’è che oggi è sede di un museo che, attraverso un percorso multimediale interattivo, ripercorre la storia di Sarzana e della Lunigiana.

La Fortezza di Sarzanello

Restando in tema di fortificazioni, ma spostandoci di appena 2 chilometri a nord est e più precisamente sul colle di Sarzanello, troviamo l’omonima fortezza, dalla quale si può ammirare l’intera vallata del fiume Magra. Il centro fortificato rappresenta il primo nucleo abitato di Sarzana, dove parte della popolazione dell’antica Luni decise di stabilirsi per sfuggire ai frequenti attacchi dei pirati saraceni.

Con tre bastioni e mura spesse ed oblique per meglio resistere ai colpi all’artiglieria nemica, l’aspetto odierno della Fortezza di Sarzanello è quello di una fortificazione di stampo rinascimentale, ancora perfettamente conservata e molto apprezzata dai turisti, visto che compare al primo posto tra le attrazioni di Sarzana più visitate e meglio recensite dagli utenti del popolare sito di consigli di viaggio TripAdvisor.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Torniamo nel centro storico di Sarzana, dove ci aspetta la principale chiesa della città, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, risalente al XV secolo, che sostituì la precedente pieve di San Basilio. È opportuno ricordare che Sarzana fu in passato un’importante sede vescovile, il che spiega la grandezza e il prestigio dell’edificio, che si presenta con una facciata in marmo chiaro semplice e lineare, in stile romanico-gotico, oltrepassata la quale si scoprono interni con ricche e raffinate decorazioni che culminano nel Crocifisso, un raro esempio di grande croce lignea policroma, realizzato da mastro Guglielmo.

Altri luoghi da visitare a Sarzana

I complessi e gli edifici elencati finora sarebbero già così sufficienti a giustificare una tappa nella città ligure durante il viaggio, ma volendo ci sono tante altre cose da vedere a Sarzana. Ad esempio non vanno dimenticati:

  • il Palazzo Comunale, risalente al XV e XVI secolo, che coniuga elementi architettonici di stile genovese e fiorentino
  • il Teatro Impavidi, l’unico della città, che fu inizialmente ricavato da un antico convento di frati domenicani (anche se la costruzione attuale  è del 1807)
  • il Palazzo Parentucelli-Calandrini, risalente al Trecento, caratterizzato da una facciata semplice ma elegante che culmina in basso in un portico raffinato
  • la casa della famiglia di Napoleone, dove abitò la famiglia Bonaparte, tra cui quel Gabriele che poi si trasferì ad Ajaccio in Corsica nel 1567
  •  la Pieve di Sant’Andrea, chiesa risalente al X secolo, che rappresenta l’edificio più antico presente in città.

Insomma, che sia per semplice comodità durante un viaggio più lungo o meglio ancora per una breve gita culturale di un giorno o un weekend al confine tra Liguria e Toscana, vale assolutamente la pena fare un salto a Sarzana per ammirare le numerose attrazioni presenti, tra cui alcune vere e proprie chicche.

Lascia un commento